24-02-2023

l ' elleboro

l ' elleboro

Rustico, sa resistere anche in fasi siccitose, mantiene le foglie fino all'ultimo....e poi, ripulito da quelle secche, le rinnova prontamente a ridosso della fioritura invernale che avviene solitamente in febbraio...o meglio, da febbraio in poi, fino a quando non esaurisce tutti i suoi boccioli. L'elleboro è una grande risorsa in giardino. Abbinato ad arbusti, sempreverdi e non, ma anche a delle perenni che vanno a riposo in inverno, ha il compito di "dare il là" alla ripresa vegetativa, che appunto sarà seguita dalla fioritura di bulbose, dai primi arbusti (ad esempio il Calycanthus) e dalle prime erbacee perenni come le primule, le pulmonarie, ecc. Alle varietà più tradizionali (bianche, rosse e rosa semplici o a fiore doppio) si sono affiancate, negli anni, delle cultivar molto interessanti e di notevole bellezza. Una molto particolare è la serie chiamata Cuor d'Anemone, dove i fiori semplici, dai diversi colori, presentano centralmente un'insieme di petali di piccole dimensioni, i petaloidi, che creano un piccolo collare arricciato di notevole bellezza. E poi le varietà a fiore giallo puro o screziato, albicocca, verde, nero...insomma una grande quantità da sperimentare, non solo in giardino.

Novitą

Heptacodium miconioides (H. jasminoides)

Guarda tutte le novitą!

Seguici anche su

Il Peccato Vegetale su Facebook Il Peccato Vegetale su Instagram